Italian English
2 - 4 Dicembre 2023 / Superstudio
20 settembre 2018
L'ABC della Latte Art
 

Chiara Bergonzi, pluricampionessa di Latte Art, Trainer SCA, roaster di LotZero e business consultant per start-up e coffee shop, ci racconta di quali strumenti del mestiere non possiamo assolutamente fare a meno per la Latte Art e del suo primo Free Pour.




Cos’e’ la Latte Art?

La latte art è una tecnica di decorazione che permette di realizzare delle figure sulla superficie di espressi, cappuccini e altre bevande a base latte. In Italia è arrivata negli anni ’90, ma il boom vero e proprio si è verificato nel 2000.
 
Quali sono gli “strumenti del mestiere”?

1. Caffè espresso: è la nostra tela su cui dipingere. Consiglio di utilizzare un espresso 100% Arabica o una miscela composta da Arabica e Robusta, purché la tostatura sia delicata e non troppo scura, altrimenti l’anidride carbonica all’interno creerebbe un effetto schiumoso anziché una crema elastica.
 
2. Una tazza: meglio sceglierne una bassa e larga, perché permette di realizzare più figure e con maggiore facilità.
 
3. Una lattiera: può sembrare banale, ma la scelta della lattiera è fondamentale. Ce ne sono di tantissimi tipi, che variano per peso, materiale e tipo di beccuccio. Il beccuccio svolge la funzione della punta del pennello in pittura: aiuterà nella realizzazione della figura. Per delineare i dettagli, servirà quindi un beccuccio sottile.
 
4. Latte: meglio se fresco e intero perché è più setoso, più cremoso e, grazie all’alto contenuto di grassi e proteine permette di avere una montatura perfetta. Anche dal punto di vista sensoriale avremo una tazza molto più gustosa. 
 


Esistono diverse tecniche di Latte Art?

Sì: il Free pour e l’Etching. Il Free pour è una tecnica di “versaggio libero”, in cui il barista disegna con il movimento della lattiera, della mano e del polso.
Nell’Etching, alla strumentazione di base si unisce anche un pennino per rifinire la decorazione e aggiungere piccoli dettagli.
 
Ricordi la tua prima Latte Art?

Sì, un disastro! Avevo disegnato un cuore e una foglia. Servono mesi per riuscire a imparare bene la tecnica, ma una volta appresa dà soddisfazioni inimmaginabili!
 

 
E’ necessario essere dei piccoli Picasso per imparare le tecniche base?

Una buona manualità e un po’ di creatività possono risultare utili, soprattutto nella tecnica dell’Etching. La Latte Art, però, è una tecnica accessibile a tutti. Certo, richiede impegno e tanto allenamento. All’inizio, soprattutto, ci vogliono pazienza, dedizione e ore di prove con un bravo trainer per familiarizzare con la strumentazione e imparare a montare il latte correttamente. Una volta appreso il meccanismo, però, inizia il divertimento! È come avere una tela davanti a sé e poter dipingere ciò che si vuole.
 
Chiara “trainer” in tre aggettivi…

Paziente, esigente ma anche allegra, divertente. Del resto, ho la fortuna di potermi dedicare a ciò che amo di più fare! 

Sul palco di Latte Art Live potrete vedere in azione alcuni dei campioni mondiali di questa tecnica, assistere a dimostrazioni dal vivo e improvvisare la vostra piccola opera d’arte sulla superficie di un cappuccino.  


Trovate Chiara su Instagram @chiara_coffee e @lotzero_specialtycoffee

Follow Us

Facebook
Instagram
2022 Proudly sponsored by
Alpro
La Marzocco
La Cimbali
Monin
Mr Black
MUMAC ACADEMY
parmalat professional
Smirnoff
SumUp
Slayer
Cafezal
Faema
Grindie
Brita
1895 by Lavazza
Sage
Specialty Coffee Association
© 2023 Coffee Ventures Europe Ltd.
Keep in touch
Sign up to our newsletter
for the latest line-up updates
No thanks